Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
Politica:

CONTROLLI SI, CONTROLI NO. CALVI RISORTA E ZONA NEUTRA NON ROSSA COME DA DECRETO DPCM

Calvi Risorta: CONTROLLI SI, CONTROLI NO. CALVI RISORTA E ZONA NEUTRA NON ROSSA COME DA DECRETO DPCM

Calvi Risorta: Controlli nemmeno l’odore, verbali nemmeno a parlarne, persone fermate nemmeno le vanno a cercare, per chiedere loro cosa fanno in giro, senza un motivo comprovato come dal DPCM emanato dal governo Conte. Questa è la zona rossa a Calvi Risorta in provincia di Caserta, dove ogni uno fa quello che vuole, tanto le forze dell’ordine preposte al controllo non effettuano i controlli previsti. La gente se ne va a zonzo, la gente se ne frega del Covid 19 eppure Calvi Risorta fino adesso ha avuto 197 casi di contagi, mentre quelli in quarantena sono un numero sproporzionato, che nemmeno ci è concesso di conoscerlo, almeno secondo l’amministrazione comunale. Mentre succede tutto questo, alcuni assessori questa mattina pensavano bene di approfittare della giornata soleggiata, per poter fare assembramenti prima fuori e poi sulle scale del Comune, fregandosene del DPCM in atto, ma soprattutto violando le norme sull’emergenza Covid 19. Certo, gli amministratori della nostra cittadina, non sono nuovi a questi episodi di strafottenza civile e politica, ignorando per sé qualsiasi misura di contenimento e di assembramenti. In piena pandemia, durante la prima ondata di contagi, andavano in giro nella macchina del comune, che tra l’altro non avrebbero potuto utilizzare, ma come avrebbero fatto a consegnare i doni pasquali ai loro sudditi affezionati e facendone una vera e propria campagna elettorale, andando anche in tre, cosa che in quel periodo era assolutamente vietata. E che dire dei quasi 10.000,00 euro di soldi pubblici delle casse comunali per l’acquisto insensato e privo di qualsiasi logica di test rapidi che non rispettavano i protocolli regionali e del ministero della salute? Grazie al nostro intervento riuscimmo a far fermare questo obbrobrio dalle autorità competenti, ma ci volle l’intervento dei NAS dell’Arma dei Carabinieri per convincere il nostro amato sindaco Giovanni Lombardi a rispettare la diffida e a stoppare i test. Sempre grazie a noi di calvirisortanews dopo la nostra seconda segnalazione all’arma dei carabinieri riuscimmo ad ottenere lo stop dei test rapidi definitivamente. Insomma, una spesa di oltre settemila euro buttata nel cesso. E per cosa? Per la vanagloria del primo cittadino e la sua ansia di mettersi in mostra e catturare quanti più like possibili? Ma una ne fa e cento ne pensa, Giovanni! Due settimane fa, arruolavano una ditta privata per i tamponi ai dipendenti comunali, di cui però approfittavano anche loro, ovviamente con i soldi dei cittadini. Insomma, questi tizi non conoscono la vergogna politica. Non contenti delle continue gaffe che fanno, arruolano un'altra ditta privata per effettuare i tamponi ai cittadini, però stavolta a pagamento e ovviamente ben pochi hanno risposto all’appello. Perché avranno pensato, se il tampone me lo debbo pagare, allora la ditta me la scelgo io, non tu caro sindaco. E non se la prenda, non stiamo insinuando nulla. Signori, questo è Lombardi e la sua amministrazione. Se qualcuno riesce a raccontarla diversamente, lo faccia pure. Staremo qui ad ascoltarvi.

30/11/2020 19:01:33   95.247.192.222 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale LegalitĂ  e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato