Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
Politica:

500 BORRACCE (FORSE NON A NORMA) DISTRIBUITE AGLI ALUNNI DI CALVI RISORTA. CHI DOVREBBE CONTROLLARE?

Calvi Risorta: 500 BORRACCE (FORSE NON A NORMA) DISTRIBUITE AGLI ALUNNI DI CALVI RISORTA. CHI DOVREBBE CONTROLLARE?

Calvi Risorta: In una precedente diretta Facebook abbiamo parlato delle circa 500 borracce che il Consorzio RES ha donato al comune. Le stesse, che recano lo stemma del comune ed il nome della società sponsorizzante, sono state donate agli alunni della scuola primaria, perché venissero sensibilizzate verso l'utilizzo di materiali riciclabili. Abbiamo già fatto notare la contraddizione di una borraccia che mira a ridurre l'utilizzo della plastica ma che utilizza un tappo di plastica. Ora vogliamo Mettere in evidenza altri due aspetti. Il primo riguarda proprio la sponsorizzazione in parola. In base al vigente regolamento, Andava quantificato l'importo della sponsorizzazione, con doppia fatturazione da parte dello sponsor e del comune. Andava poi approvato il tutto con delibera di giunta. Ma nulla di tutto ciò è stato fatto, in violazione Dunque del regolamento comunale delle sponsorizzazioni. Alla mancanza di trasparenza dell'operazione, aggiungiamo poi anche il fatto di averla ricevuta da una società che svolge un servizio per il comune è che ha citato in giudizio più volte lo stesso, che è stato anche condannato al risarcimento di spese per diverse migliaia di euro. Sarebbe Dunque il caso che il sindaco chiarisse come la sponsorizzazione possa essere stata acquisita al di fuori delle disposizioni del regolamento comunale. Dovrebbe Inoltre verificare e chiarire se la borraccia Donata dal consorzio Res sia idonea o meno a contenere alimenti, visto che in apparenza manca il marchio che identifica questa capacità, costituito da un bicchiere e da una forchetta affianca. Il secondo punto attiene invece al fatto che le borracce non appaiono essere fabbricate a norma. Infatti necessario che sul contenitore e sul tappo di plastica siano chiaramente indicati materiali di fabbricazione e la destinazione d'uso della borraccia. Nel caso della borraccia messa a disposizione dal consorzio Res, non abbiamo avuto modo di riscontrare alcun marchio. Manca in particolare il simbolo classico del bicchiere della forchetta affiancati, che indicano l'attitudine del recipiente a contenere alimenti. In foto vediamo come dovrebbe essere una borraccia a norma per alimenti



16/12/2019 15:58:21   87.17.18.14 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale LegalitĂ  e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato