Il Weblog online della citt di Calvi Risorta
Politica:

FINALMENTE LE INDENNITA’: SINDACO E ASSESSORI POSSONO FESTEGGIARE IL “LIETO EVENTO”! ARRIVA BABBOLOMBARDI

Calvi Risorta: FINALMENTE LE INDENNITA’: SINDACO E ASSESSORI POSSONO FESTEGGIARE IL “LIETO EVENTO”! ARRIVA BABBOLOMBARDI

Calvi Risorta: Ci sono voluti 30 mesi, ma arrivano ora le indennità per la giunta comunale, presieduta dal dott. Giovanni Rosario Lombardi. Il Sindaco, con la nota prot. 11850 del 5/12/2019, ha infatti chiesto al responsabile finanziario di voler procedere alla determinazione delle indennità di funzione di propria spettanza, unitamente a quelle degli assessori, del presidente del consiglio comunale e dei consiglieri. Dopo la rinuncia alle indennità per gli anni 2017 e 2018, il Sindaco e la giunta hanno deciso il ripristino integrale delle proprie competenze, a decorrere dal 1° gennaio 2019, nello stesso momento in cui sopprimevano l’iniziativa del banco alimentare. Con la determina n. 291 del 5/12/2019, il responsabile finanziario ha quindi dato attuazione alla direttiva del Sindaco, stabilendo la misura mensile delle indennità dei nostri amministratori. Al Sindaco spettano 2.509,08 € al mese, al suo vice toccheranno 1.254,99 €, i restanti tre assessori percepiranno invece 1.129,49 €. Al Presidente del consiglio comunale spetteranno 251,00 €, con decorrenza da luglio 2017, visto che il dimissionario presidente Parisi non ha mai rinunciato alle proprie indennità con la necessaria delibera di consiglio. I singoli consiglieri comunali, infine, riceveranno un gettone di € 16,27 per ogni partecipazione alle sedute del consiglio e delle commissioni permanenti. Tali indennità saranno dimezzate per i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto l’aspettativa. La determina 291 si conclude affermando che la spesa complessiva è stata prevista nel bilancio di previsione 2019, dove vengono stanziati 30.000,00 €. Vediamo dunque quanto incideranno sul bilancio comunale, in via teorica, le indennità di funzione dei nostri amministratori, tenuto anche conto dell’IRAP da versare sulle stesse. Il solo Sindaco, al quale spetterà anche una buona uscita pari ad una mensilità per ogni anno di mandato svolto, peserà sul bilancio dell’anno 2019 per un importo di € 35.400,00 € circa. Soltanto l’indennità del primo cittadino, dunque, supera quello stanziamento di 30.000,00 € che la dottoressa Di Felice dichiara essere sufficiente a coprire la spesa per l’intera giunta! Il vice-sindaco potrebbe gravare sulle casse comunali per altri 16.300,00 € circa, mentre ogni singolo assessore comporta una spesa massima di ulteriori 14.700,00 €. Per il Presidente del consiglio comunale occorrono altri 3.300,00 € circa. In totale la spesa per l’anno 2019, ammonta teoricamente alla bellezza di 99.100,00 €, salvo riduzioni per lavoratori dipendenti non in aspettativa. Sappiamo bene che alcuni amministratori non lavorano o non lo fanno con contratti di lavoro subordinato, per cui percepiranno per intero l’indennità. Ma anche se ci fosse la riduzione al 50% per tutti, ci vorrebbero circa 50.000,00 € per pagare le indennità degli amministratori, a fronte di uno stanziamento di 30.000,00 €. È davvero assurdo che con tutti i supporti di cui si è dotata la ragioneria, la cui spesa annua è salita a 73.000,00 €, non si riesca nemmeno a fare questi semplici calcoli. Solo per dovere di cronaca ricordiamo che la giunta Marrocco, con la prima delibera adottata, aveva rinunciato alle proprie indennità per l’intero mandato quinquennale, conclusosi poi anticipatamente. Lo stesso presidente del consiglio comunale, con apposita delibera, rinunciò alle proprie indennità per 5 anni. Una scelta di austerità finanziaria che l’attuale giunta non ha ritenuto di dover seguire. In sintesi, indennità degli amministratori ripristinate, incarichi conferiti senza sosta, ma neanche un centesimo stanziato per ripristinare la funzionalità della telecamere di videosorveglianza, al fine di garantire più sicurezza al paese.

06/12/2019 16:14:45   87.18.16.149 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale Legalità e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato