Il Weblog online della citt di Calvi Risorta
Politica:

STRASCICHI DI GESTIONE COMMISSARIALE…EMERGONO ALTRI “ORRORI” AMMINISTRATIVI

Calvi Risorta: STRASCICHI DI GESTIONE COMMISSARIALE…EMERGONO ALTRI “ORRORI” AMMINISTRATIVI

Calvi Risorta: A più riprese abbiamo espresso la nostra opinione sui 15 lunghissimi mesi di gestione commissariale del nostro comune, iniziata ad aprile 2016 e conclusasi a giugno 2017, con l’insediamento di Lombardi. La stessa è condensata in un articolo del 8/6/2017, visualizzabile nella sezione Archivio di questo weblog, dal titolo emblematico “Ave Campini, morituri te salutant”! Quella del commissario prefettizio – insediatosi a seguito del doppio ricorso giurisdizionale, al TAR ed al Consiglio di Stato, da parte del Sindaco Lombardi e dell’assessore Rosy Caparco – è stata infatti una gestione catastrofica da un punto di vista amministrativo-contabile, di cui sconteremo le conseguenze per diversi anni ancora. Emblematico è il buco di bilancio da circa 1,2 milioni di euro, che il commissario (ed i suoi tecnici) hanno generato a seguito degli errori commessi nella formazione del rendiconto 2015, approvato nel mese di giugno 2016. Non da meno è la determinazione della massa passiva, grazie alla quale il commissario (ed i suoi tecnici) hanno desunto la necessità di dichiarare il dissesto finanziario. In poche settimane sono stati tirati fuori dei numeri senza alcuna seria verifica, che comprendevano fatture già pagate o altre a totale carico della Regione per lavori pubblici eseguiti. Eppure in quasi tre anni di lavoro, l’Organo di liquidazione, composto da una triade di commissari prefettizi con relativi consulenti, non riesce a quantificare in alcun modo la massa passiva e le fatture inevase per spese correnti (le uniche rilevanti). Il che ci porta a dubitare persino della effettiva “necessità” della dichiarazione di dissesto. Ora, a distanza di 27 mesi dall’addio di Campini, emerge un altro clamoroso errore del commissario (e dei suoi tecnici). Un errore perpetrato da questa amministrazione, di cui fanno le spese, ancora una volta, tutti i cittadini/contribuenti caleni. Parliamo delle tariffe della TARI, la tassa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani. L’appalto aggiudicato al Consorzio RES (già Consorzio Sinergie) comportava, in effetti, la necessità di un ritocco in aumento delle tariffe della TARI, che avrebbero dovuto garantire la copertura integrale di una spesa lievitata, a causa di servizi non previsti nel precedente appalto. L’aumento delle tariffe registrato nell’anno 2016 è stato tuttavia esorbitante, ben più di quanto ci si potesse aspettare, tanto che Lombardi ne ha fatto uno dei cavalli di battaglia nei comizi per le amministrative del 2017. Ma distanza di tempo e per onestà intellettuale, dobbiamo riferire ciò che gli atti ufficiali del comune, a consuntivo, hanno fatto registrare. Le tariffe approvate dal commissario, tenuto conto della determina n. 79 del 4/4/2017 e dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato approvato dal consiglio, hanno generato per l’anno 2016 una previsione di entrata di circa 1.456.000,00 €; la spesa definitivamente impegnata per il servizio rifiuti svolto nello stesso anno, ammonta invece ad € 1.138.309,00. In sintesi, le tariffe della TARI 2016 calcolate dai tecnici del commissario produrranno un gettito che è superiore di circa 318.000,00 € rispetto alle spese del servizio! In definitiva, le tariffe sarebbero dovute essere più basse di quelle stabilite dai tecnici di Campini del 28% circa. Quando poi nel 2017 le tariffe sono state ridotte del 10%, il Sindaco Lombardi, durante i comizi elettorali, pur senza rivestire alcun ruolo, arrivò a prendersi quasi il merito di quella riduzione, millantando di essere stato colui che avrebbe indicato la strada da seguire al commissario Campini. Aggiunse pure, e ne abbiamo testimonianza audio-video in calce a questo articolo, che si era riusciti ad operare questa riduzione perché erano state applicate le penali al gestore per i servizi non svolti, cosa che avrebbe fatto anche lui una volta eletto. Le cose non stanno affatto così. La riduzione del 10% operata nel 2017, fu soltanto una correzione (molto parziale) dell’errore macroscopico che Campini aveva commesso nel 2016. Nessuna penale è stata mai applicata al gestore, men che mai durante la gestione Lombardi, nella quale abbiamo anzi riscontrato il pagamento doppio di alcune fatture del Consorzio RES, la mancata applicazione allo stesso delle penali calcolate in via definitiva dalla dottoressa Rocco, la liquidazione a saldo delle fatture del gestore, indicando all’uopo la mancanza di note di contestazione dei disservizi, invece regolarmente riportate nella determina n. 90 del 7/4/2017. La storia recente ci dice poi che Lombardi nulla ha più fatto per correggere quegli errori e ridurre le tariffe, portando avanti la teoria negazionista (il servizio è perfetto a suo dire e non possono, pertanto, essere applicate le penali di cui si riempivano la bocca nei comizi del 2017). Si andassero allora a rileggere gli atti da LORO STESSI approvati (ipotesi di bilancio 2016)! A conclusione possiamo solo sperare di non dover più commentare ulteriori “orrori” amministrativi ereditati dalla pessima gestione Campini.









03/10/2019 10:31:30   87.10.37.97 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale Legalità e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato