Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
Politica:

COPIA E INCOLLA: LO SPORT PREFERITO DELL’UFFICIO TECNICO COMUNALE

Calvi Risorta: COPIA E INCOLLA: LO SPORT PREFERITO DELL’UFFICIO TECNICO COMUNALE

Calvi Risorta: Cambiano i tecnici, cambiano i supporti ma il modus operandi di questa amministrazione non si muove di una virgola nel campo degli appalti pubblici. L’utilizzo quasi esclusivo di proroghe ed affidamenti diretti, l’impiego improprio del potere di ordinanza sindacale, l’esecuzione di lavori ordinari come fossero tutti di somma urgenza da parte delle solite ditte, in attesa di regolarizzazioni amministrative e contabili che quasi mai avvengono, i lavori eseguiti senza il preventivo impegno di spesa, sono tutti indici di un sistema per nulla trasparente. Tutto ciò viene confermato dalle prime due determine di impegno spesa adottate dal nuovo responsabile ad interim del settore “Urbanistica ed Edilizia Privata”, un settore tra l’altro inesistente in quanto il Commissario Campini, con la delibera n. 3 del 22/4/2016, assunta con i poteri della giunta comunale, ha accorpato i due settori “Urbanistica ed Edilizia Privata” è Lavori Pubblici” nell’unico settore “Tecnico”. Le stesse riguardano l’affidamento del servizio di smaltimento della frazione umido organica dei rifiuti per i prossimi due mesi e quello del servizio di depurazione per i prossimi quattro. Per lo smaltimento dell’umido è stata adottata la determina di registro generale n. 61 del 29/04/2019, indicata come numero 1 del settore tecnico (anche se ne sono già state adottate diverse nel corrente anno), con la quale si proroga nuovamente, per i mesi di maggio e giugno, l’incarico già prorogato mille altre volte alla ditta “Tortora Guido s.r.l.”, al prezzo di € 190,00 per tonnellata oltre IVA. Ancora una volta, così, si evita di procedere all’espletamento di una regolare gara di appalto e si affida il servizio in via d’urgenza a tale ditta, ricorrendo ad una “giustificazione” sempre presente nelle analoghe determine adottate dal 9 gennaio 2018 in avanti. Con un copia e incolla molto azzardato, si afferma di ritenere necessario “provvedere in via di urgenza all’affidamento in favore della ditta Tortora Guido s.r.l.” ma solo “nelle more dell’espletamento della gara di appalto presso la SUA di Caserta”! Qualcuno dovrebbe però dire al neo responsabile tecnico ed ai relativi supporti incaricati:

• che non può esistere alcuna procedura di urgenza, laddove si parli dell’ordinario affidamento di una parte rilevante del servizio di igiene urbana;

• che la procedura si sostanzia in un artificioso frazionamento che finisce per eludere le norme preposte all’affidamento dei servizi comunali;

• che non è mai stata avviata alcuna gara presso la SUA di Caserta, contrariamente a quanto si afferma in determina, circostanza che impedisce qualsiasi affidamento in via d’urgenza “nelle more”.

E non solo si rende una falsa affermazione, vale a dire che sia in corso una gara presso la SUA di Caserta, ma si dimentica pure che l’amministrazione, contrariamente a quanto blaterava in campagna elettorale, ha aderito alla piattaforma “Asmel Consortile a.r.l.” in luogo della SUA di Caserta, alla quale non si è mai fatto ricorso in quasi due anni. Se l’ufficio tecnico avesse provveduto in tal senso, invece che affidare il servizio con continue ed illegittime proroghe alla ditta “Tortora Guido s.r.l.”, avrebbe potuto ottenere tariffe ben più vantaggiose, come quelle che la medesima ditta pratica in comuni come Castel Volturno, Marcianise ed Ottaviano che hanno fatto regolare ricorso alla Stazione Unica Appaltante. Si va da un minimo di 147,51 € ad un massimo di 173,00 € a tonnellata, con un risparmio che avrebbe consentito un abbattimento delle tariffe della TARI, a maggior ragione se il comune avesse applicato anche le penali al gestore per inadempienze accertate che perdurano da più di 3 anni. Non meno incredibile è l’affidamento del servizio di depurazione, per 4 mesi, avvenuto con determina n. 62 del 29/04/2019, sempre in regime di proroga. Qui la “giustificazione” starebbe nel fatto che “è in atto convenzione con il Consorzio idrico Terra di Lavoro per l’affidamento della depurazione comunale” e che “fino alla data di consegna al Consorzio Terra di Lavoro è necessario procedere alla proroga del servizio onde assicurare la continuità nella gestione, conduzione e manutenzione del depuratore”. In questo caso qualcuno dovrebbe dire al neo responsabile tecnico e ai relativi supporti incaricati che il comune ha aderito nuovamente al Consorzio Idrico il 25/05/2018, e che da quasi un anno non stipula convenzioni con lo stesso, utilizzando delle giustificazioni “copia e incolla” soltanto per effettuare affidamenti diretti in proroga. Era il 10/12/2018 quando il Sindaco il dr. Giovannino Rosario Lombardi, affermava, in risposta ad una interrogazione consiliare, del gruppo di opposizione che erano in corso “una serie di approfondite valutazioni tese a scongiurare l’ipotesi di un aggravio di spese per l’Ente” e che la convenzione sarebbe stata “stipulata solo ed esclusivamente in presenza di un vantaggio per il comune sia in termini economici che in termini di qualità del servizio erogato”, previo passaggio in consiglio comunale! Le valutazioni in corso saranno talmente approfondite che, dopo quasi 5 mesi, amministratori e tecnici non ne vengono ancora a capo. Ma allora, se non vi era alcun obbligo di aderire nuovamente ad un carrozzone dal quale il comune era fuoriuscito con consiliare n. 27 del 30/06/2015, perché l’amministrazione Lombardi ha deciso di rientrarvi senza una preliminare valutazione circa la vantaggiosità della convenzione a stipularsi? Scelte politiche tanto strategiche dovrebbero essere precedute da studi tecnici approfonditi ed essere oggetto di una complessiva valutazione, effettuata in termini di efficacia e di efficienza del servizio da erogare. Eppure, per stessa ammissione del Sindaco, nulla di tutto ciò è mai stato compiuto. Siamo davvero ad un livello di mediocrità politico-amministrativa raramente raggiunto a Calvi Risorta.



01/05/2019 00:01:58   212.171.230.66 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale LegalitĂ  e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato