Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
Politica:

INCREDIBILE!!! ANCHE IL TERZO REVISORE DEI CONTI SI DIMETTE.

Calvi Risorta: INCREDIBILE!!! ANCHE IL TERZO REVISORE DEI CONTI SI DIMETTE.

Calvi Risorta: Non bastava l’addio del quarto segretario comunale dell’era Lombardi, in procinto di passare al comune di Arienzo, che come un fulmine a ciel sereno sono arrivate ora pure le dimissioni del revisore dei conti. In un articolo di poche settimane fa, definivamo “irripetibile” quanto successo sotto l’amministrazione guidata dal dott. Lombardi, in merito alle vicende che hanno investito l’organo di revisione, una figura fondamentale per il controllo dei conti comunali, che dovrebbe essere dotata della necessaria terzietà di giudizio, in quanto individuata dalla Prefettura, mediante un sorteggio casuale da un Albo tenuto presso il Ministero dell’Interno. All’atto del proprio insediamento, nel giugno del 2017, l’amministrazione Lombardi si è infatti ritrovata, come revisore dei conti, il dott. Giovanni Ferrara, lo stesso che aveva relazionato in merito al dissesto finanziario, deliberato dal Commissario Prefettizio il 3/10/2016. Prima della scadenza naturale del proprio mandato, il dott. Giovanni Ferrara rassegnava però le proprie dimissioni dall’incarico ed al suo posto subentrava il dott. Luciano Mottola. Rapporto davvero poco idilliaco quello che si instaura tra il dott. Mottola e l’amministrazione Lombardi, con attriti istituzionali che si concretizzano in una revoca deliberata dal consiglio comunale, una successiva revoca della revoca, una proposta consiliare di decadenza, per finire con le dimissioni del professionista in data 24 febbraio 2019. Nel nostro articolo affermammo quindi che “se le dimissioni di un revisore dei conti sono un evento raro, le dimissioni consecutive di due revisori sono addirittura un evento quasi unico”. Ma con le dimissioni anche del terzo revisore dei conti, nominato soltanto con deliberazione di consiglio comunale n. 11 del 20/03/2019, di sicuro Calvi Risorta entra nel “guiness dei primati” a livello nazionale. Dubitiamo fortemente che ci possa essere un altro comune in Italia dove si sia verificato un caso simile, vale a dire le dimissioni di tre revisori in sequenza, l’ultimo dei quali dopo appena 5 giorni dalla propria nomina! Ma ora veniamo ad una curiosità tecnica. L’articolo 235, comma 3, lettera b, del Testo unico degli enti locali, infatti, prevede che le dimissioni volontarie del revisore, che non sono soggette ad accettazione da parte del comune, vanno comunicate con un preavviso di almeno 45 giorni. In altri termini, le dimissioni rassegnate da un revisore, non hanno effetto se non dopo il decorso di almeno 45 giorni dal loro deposito. Ma se così stanno le cose, il dott. Mottola, dimissionario il 24 febbraio scorso, non poteva essere sostituito prima dell’11 aprile 2019. Si è invece deliberato la nomina del nuovo revisore già nel consiglio del 20 marzo 2019, per la serie “prima se ne va e meglio è”! Per lo stesso motivo, però, il revisore dimissionario dovrà ora restare in carica almeno fino all’11 maggio prossimo. Toccherà al dott. Amoroso, pertanto, rendere il parere sull’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato 2016/2020, arrivato alla sua sesta versione, il cui schema è stato approvato dalla giunta comunale con delibera n. 27 del 29/03/2019. La cosa curiosa, però, è che si torna nuovamente in consiglio per approvare un documento di bilancio che possa essere validato dal Ministero dell’Interno, dopo quasi due anni di tentativi, mediante una proposta nella quale si dice espressamente che “non sono intervenute modifiche rispetto a quanto approvato con deliberazione di consiglio comunale n. 44 del 25.09.2018”. Sbalorditi, ci chiediamo a questo punto se gli amministratori non stiano, in realtà, facendo tutto il possibile per farsi respingere il bilancio! La delibera consiliare n. 44/2018 è già stata infatti bocciata dal precedente revisore dei conti, mentre il Ministero ha diramato due note istruttorie sulla stessa, piene di rilievi negativi. Non ci sarà da meravigliarsi, dunque, quando anche l’attuale revisore dei conti, che non potrà di certo discostarsi dalle conclusioni del suo predecessore, renderà a sua volta un parere non favorevole sul documento contabile che verrà presentato nel prossimo consiglio comunale, parere che di fatto renderà molto improbabile la successiva validazione del bilancio da parte del Ministero. D’altronde, nonostante l’ottimismo che amministratori e tecnici mettono ogni volta in scena, di ritorno dalle “vacanze romane”, circa un nulla osta del Ministero, come può mai passare un documento le cui previsioni non rispecchiano i dati ormai consuntivi del triennio 2016/2018 o non contemplano, per esempio, nemmeno la spesa per l’aggio da pagare alla Publiservizi e alla PubbliAlifana?

04/04/2019 13:26:27   87.1.88.24 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale LegalitĂ  e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato