Il Weblog online della citt di Calvi Risorta
Politica:

I TERMINI PER L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO SONO SCADUTI. CONSIGLIO COMUNALE VIRTUALMENTE GIÀ SCIOLTO

Calvi Risorta: I TERMINI PER L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO SONO SCADUTI. CONSIGLIO COMUNALE VIRTUALMENTE GIÀ SCIOLTO

Calvi Risorta: Siamo ormai ad un punto davvero nodale della vita politico-amministrativa di Calvi Risorta, pochi giorni in cui si decideranno le sorti finanziarie del comune e, con esse, quelle dell’attuale compagine di governo targata Lombardi. Da ormai 15 mesi, infatti, gli amministratori tentano, senza successo, di predisporre una ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato, che possa passare indenne dapprima sotto le forche caudine del revisore e, successivamente, sotto quelle della Commissione di Stabilità presso il Ministero dell’Interno. Ci hanno provato, purtroppo senza successo, diversi supporti tecnici e segretari comunali. Ben 3 tentativi sono stati esperiti e subito stroncati dagli uffici ministeriali, fino a quando non è pervenuto il parere negativo all’approvazione dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato, approvato all’unanimità dalla Commissione di Stabilità, cui ha fatto seguito il decreto ministeriale di diniego del 10 luglio 2018. In mezzo a tutti questi tentativi, persino l’assurda pantomima della revoca del revisore dei conti per contrasti e scarsa collaborazione con l’allora segretaria comunale, revoca poi annullata perché, sintetizziamo così le “motivazioni” espresse in delibera dalla maggioranza, la segretaria aveva una incompatibilità caratteriale con il revisore e gli amministratori avevano fatto male a starle dietro!!! Con una serie di quesiti, proveremo perciò ad illustrare, ai nostri lettori, come stanno obiettivamente le cose, al di là dei proclami delle varie parti politiche in campo, citando solo leggi, regolamenti e documenti ufficiali, per evitare qualsiasi polemica e strumentalizzazione. Cosa succede nei casi in cui si trova attualmente il comune? Ce lo dice l’articolo 261, comma 4, del Testo Unico Enti Locali, il quale afferma che “In caso di esito negativo dell'esame da parte della Commissione il Ministro dell'interno emana un provvedimento di diniego dell'approvazione, prescrivendo all'ente locale di presentare, previa deliberazione consiliare, entro l'ulteriore termine perentorio di quarantacinque giorni decorrenti dalla data di notifica del provvedimento di diniego, una nuova ipotesi di bilancio idonea a rimuovere le cause che non hanno consentito il parere favorevole. La mancata approvazione della nuova ipotesi di bilancio ha carattere definitivo”. La notifica al comune del provvedimento ministeriale di diniego è avvenuta, da parte della Prefettura, con una nota trasmessa a mezzo posta elettronica certificata (con valore quindi di raccomandata A/R), in data 18/07/2018, che è stata registrata al protocollo del comune numero 7640 del 18/07/2018. Da tale data, perciò, il comune aveva 45 giorni di tempo per approvare in consiglio comunale una nuova ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato, in grado di rimuovere le irregolarità riscontrate dal Ministero, pena l’avvio del procedimento di scioglimento del consiglio comunale, ai sensi dell’articolo 262, comma 1, del TUEL, per gravi e persistenti violazioni di legge. Il termine dei 45 giorni, perentorio per espressa previsione di legge, è scaduto perciò il primo settembre 2018, senza che il comune approvasse nemmeno lo schema di bilancio in giunta e dunque, già dal 2/9/2018, il Ministero sarebbe legittimato ad avviare la procedura per lo scioglimento del consiglio comunale. Con ogni probabilità è stata proprio questa la causa della convocazione urgente del Sindaco Giovanni Lombardi e del Presidente del consiglio comunale Antonello Parisi, da parte della Prefettura, lo scorso sabato mattina, in un incontro nel quale gli amministratori della maggioranza sono stati messi spalle al muro di fronte alla necessità di chiudere, a stretto giro, questo bilancio apparentemente impossibile. Ma quali sono i tempi previsti per l’approvazione del bilancio? In base al regolamento di contabilità del comune, una volta approvati gli schemi di bilancio da parte della giunta comunale, questi dovranno essere trasmessi al revisore dei conti perché renda il proprio parere entro 10 giorni. Una volta depositato tale parere, insieme a tutti i documenti di bilancio, per la visione dei consiglieri, la seduta del consiglio non potrà tenersi prima di altri 10 giorni. Salvo voler violare le norme di legge e di regolamento, perciò, l’ipotesi di bilancio potrebbe essere approvata anche a fine settembre, un termine assolutamente incompatibile con quello perentorio di 45 giorni previsto per legge, cui consegue lo scioglimento del consiglio stesso. Chi ci sta materialmente lavorando a questo bilancio? Al di là del ruolo puramente formale di responsabile finanziario ad interim, rivestito dal segretario comunale, chi sta di fatto lavorando sul bilancio è la società “Quattrocolori s.a.s.”, alla quale è stato conferito un incarico (ben retribuito) di supporto al settore economico-finanziario, a far data dal 10/07/2018. Questa società ha designato la dottoressa Lea Crispino, in qualità di consulente aziendale, ad operare presso il comune di Calvi Risorta per lo svolgimento dei compiti previsti nel suddetto incarico, tra i quali rientra anche la predisposizione dell’ipotesi di bilancio. In realtà abbiamo appurato l’assidua presenza, sin dal mese di luglio, di almeno 3 persone, intente a lavorare sul bilancio negli uffici comunali. Ma la cosa davvero “curiosa” è che l’autorizzazione in favore della dottoressa Crispino (che voci di corridoio danno anche come prossimo responsabile finanziario, da incaricare ai sensi dell’articolo 110) è avvenuta solo in data 31/08/2018, con nota acquisita al protocollo del comune numero 9165 del 3/9/2018. Possiamo dunque affermare, senza timore di essere smentiti, che dal 10/07/2018 al 2/9/2018, hanno lavorato negli uffici comunali, maneggiando documenti ed atti vari, persone non autorizzate, senza alcun titolo, con il beneplacito di amministratori, funzionari ed organi di controllo, interni ed esterni. Quali spiragli ci sono al momento? In buona sostanza, bisogna solo sperare che la Prefettura voglia “graziare” un’amministrazione già virtualmente sciolta dal 2/9/2018, per non aver saputo predisporre, in questi 15 mesi, uno schema di bilancio regolare. Basti pensare che nell’ultima versione inviata al Ministero figuravano, tra le entrate di bilancio, ancora i famosi 20.000,00 euro al mese che gli amministratori pensavano di introitare grazie alla locazione dell’area PIP, un’area non di proprietà del comune e destinata esclusivamente alla vendita! Vogliamo sperare che, dopo l’annullamento dell’affidamento in parola, i tanti tecnici presenti, più o meno autorizzati, si siano almeno ravveduti eliminando queste entrate inesistenti dal bilancio comunale.

09/09/2018 21:20:17   95.233.204.59 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale Legalità e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato