Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
Politica:

LE CASSE COMUNALI VENGONO SVUOTATE…MA NESSUNO SI ACCORGE DI NIENTE!

Calvi Risorta: LE CASSE COMUNALI VENGONO SVUOTATE…MA NESSUNO SI ACCORGE DI NIENTE!

Calvi Risorta: Nemmeno un mese fa abbiamo esultato per aver vinto una battaglia di legalità e trasparenza, condotta da questo sito, con costanza e professionalità, per la corretta esecuzione dell’appalto del servizio di igiene urbana sul territorio comunale che, dal 1° dicembre 2015, viene svolto dalla ditta “Consorzio Sinergie” in assenza di un regolare contratto. Sin dallo scorso 12 ottobre 2016, infatti, abbiamo dato spazio all’iniziativa dell’ex assessore Nicola Cipro il quale, con la nota protocollo n. 11120 del 11/10/2016, segnalava al Commissario Umberto Pio Antonio Campini, al segretario ed ai funzionari comunali le tante carenze ed inefficienze del servizio di igiene urbana, svolto dal gestore in grave violazione delle norme del capitolato speciale d’appalto della raccolta differenziata, approvato con deliberazione di giunta comunale n. 98 del 26/09/2014. Avevamo quindi invitato il Commissario e tutti gli altri organi comunali interpellati a sanare le inadempienze descritte e a garantire l’efficacia, l’efficienza e la conformità del servizio a quanto statuito dal capitolato d’appalto e dal calendario della raccolta distribuito agli utenti. Avevamo evidenziato inoltre come, a fronte di tantissime violazioni, non si fosse provveduto ad applicare le penali previste dall’articolo 12 del capitolato d’appalto, limitandosi gli uffici a pagare un acconto dell’80% sulle fatture, ma senza la definitiva applicazione di sanzioni al gestore alle scadenze previste dal capitolato, quando si sarebbe dovuto prendere una decisione per la liquidazione o meno del restante 20% dell’importo fatturato. Proprio per questo motivo, a dicembre 2016, era stato anche nominato un consulente tecnico che avrebbe dovuto verificare il rispetto delle norme del capitolato, da parte del gestore, per l’emissione delle relative sanzioni. L’insistenza con cui il nostro sito ha da sempre sostenuto la lodevole iniziativa di Nicola Cipro, verificando a più riprese l'avvenuto ripristino di una situazione di legalità da parte del commissario prefettizio e del suo staff tecnico, aveva finalmente condotto all'adozione della determina numero 90 del 7 aprile 2017, con la quale il responsabile del settore tecnico formalizzava la contestazione al Consorzio Sinergie di penali, per il mancato rispetto delle norme del capitolato, per un valore di 243.784,32 €! Dell’importante risultato politico ottenuto si sarebbero potuti giovare anche i cittadini, poiché le economie di spesa ben potevano essere utilizzate per ridurre il costo complessivo del servizio da quantificare nel piano finanziario, ottenendo così una forte riduzione delle tariffe della TARI a partire però dal 2018, visto il ritardo con cui si era avviato il procedimento sanzionatorio. Ma l’esultanza è durata pochissimo, ed ha lasciato il posto allo sconcerto più totale quando abbiamo letto dell’adozione di due determine, con le quali sono stati liquidati al Consorzio Sinergie altri 124.279,81 €, relativamente al servizio svolto per la raccolta e lo smaltimento di ingombranti ed umido organico nei mesi di agosto e settembre 2016, nonchè per la raccolta ordinaria svolta nei mesi di gennaio e febbraio 2017, nei limiti dell’80% di quanto fatturato per quest’ultimo periodo! Lo sconcerto nasce proprio da una attenta lettura degli atti, sfuggita ai più. L’articolo 11 del capitolato, infatti, dispone che sull’importo mensilmente dovuto “verrà effettuata una decurtazione pari al 20% che sarà liquidata trimestralmente previa verifica dei servizi effettuati attestata dal responsabile del procedimento”, mentre l’articolo 12 dispone che per la mancata o ritardata esecuzione di obblighi contrattuali, di ordini di servizio, di disposizioni legislative o regolamentari e di ordinanze sindacali, sono applicate al gestore delle penali il cui valore viene detratto all’atto della liquidazione della rata d’acconto mensile successiva alla/e infrazione/i. Orbene, nella determina n. 90 del 7/4/2017, vengono contestate al Consorzio Sinergie ripetute violazioni di ordini di servizio e di comunicazioni che coprono il periodo che va da maggio 2016 a marzo 2017, tali da determinare l’applicazione di penali per un valore di 243.784,32 €, somma che doveva essere trattenuta sulle liquidazioni delle rate d’acconto mensili successive alle infrazioni, ivi comprese i mesi di gennaio e febbraio 2017. Invece, non solo non si applicano di fatto queste penali, ma addirittura si liquidano più di 124.000,00 € al Consorzio Sinergie per prestazioni relative a periodi durante i quali il comune ha già accertato la violazione, da parte del medesimo gestore, delle disposizioni del capitolato e degli ordini di servizio impartiti dall’ufficio tecnico. Per inciso, le somme liquidate dal comune non solo non sono dovute o, quantomeno, potevano essere compensate con le penali da applicare al gestore (tenuto conto che le somme rimaste da liquidare alla Sinergie, per l’anno 2016, ammontano a circa 168.000,00 €), ma addirittura devono anche essere anticipate dal comune, in dissesto e in anticipazione di tesoreria, perché la TARI del 2017 non è stata ancora riscossa. Siamo alla follia pura! Il commissario Campini prima ci dice che non ci sono soldi in cassa, ma poi consente che vengano liquidati 124.000,00 € non dovuti, che ben potevano essere utilizzati per l’avvio dei lavori al cimitero, per la riattivazione delle luci votive, per la riparazione della rete idrica e per altri interventi necessari.E così, accanto ai danni erariali per la mancata riscossione delle entrate da illuminazione votiva 2016 o per l’adeguamento delle tariffe idriche, accanto alla sospensione dei trasferimenti dello Stato perché non si compilano i questionari dei fabbisogni standard, accanto agli ostacoli frapposti alla rilevazione della massa debitoria al 31/12/2015 e alla mancata adozione del bilancio riequilibrato, cosa che sta di fatto bloccando qualsiasi forma di risanamento finanziario del comune, l’amministrazione Campini aggiunge ora un altro tassello alla costruzione di un clamoroso e conclamato fallimento gestionale, svuotando ancora di più le già dissanguate casse comunali. Ad meliora et maiora semper!

08/05/2017 20:40:58   95.252.112.89 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale LegalitĂ  e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato