Politica:
Calvi Risorta: Selfie e sfilate inutili dell’inutile assessore all’ecologia Graziella Cipro.

SELFIE E SFILATE INUTILI DELL’INUTILE ASSESSORE ALL’ECOLOGIA GRAZIELLA CIPRO.

Calvi Risorta: Mentre l’assessore all’ecologia, Graziella Cipro, fedele alla politica dei selfie del suo sindaco, è impegnata e indaffarata a scattare le foto insieme al Comandante della Polizia locale Del Vecchio, per constatare e contestare le mancate uscite in servizio della spazzatrice della ditta appaltatrice RES, che si occupa della raccolta differenziata a Calvi Risorta, nessuno si occupa dell’Isola ecologica del tutto fuori legge e nessuno si preoccupa di intervenire. Ma chi dovrebbe farlo se non l’assessore preposto? Di questo problema ne parliamo ormai da tempo e ultimamente almeno due su tre delle nostre dirette di IVN NEWS sono incentrate su di esso. Argomento che, con tutta evidenza, la nostra graziosa assessore all’ecologia sembra volutamente ignorare. Ma ignorare una situazione di assoluta illegalità politica, non è a sua volta illegale? All’isola ecologica comunale mancano i registri di carico e scarico dei rifiuti che lì si conferiscono, rendendo così impossibile l’eventuale tracciabilità degli stessi, per lo più depositati illegalmente dai cittadini al di fuori del cancello di entrata o all’interno dell’isola. Ma come si fa a gestire un’attività delicata e complessa quando all’Isola manca l’energia elettrica, elemento fondamentale per il regolare funzionamento della stessa? Mancano da tempo anche i servizi igienici, in quanto vandalizzati e mai riparati da questa giunta comunale. E ancora, all’interno degli scarrabili vengono depositati anche rifiuti altamente infiammabili, con il servizio antincendio che non è né collaudato, né funzionante, cosicché nel caso malaugurato di uno stesso, prima che le fiamme possano essere domante, bisognerà attendere l’arrivo dei vigili del fuoco, in quanto, come detto, sul posto non c’è traccia di un servizio estintori. Un record però ce l’abbiamo, cara deliziosa e inutile politicamente assessore all’ecologia, ma è il più vergognoso di tutti: quello di poter vantare, in tutta Italia, il merito di avere un’isola ecologica senza corrente elettrica, che però stranamente continua di fatto a restare aperta, pur non avendo alcuna autorizzazione per farlo, non avendo a suo favore una sola carta in regola. Forse era necessario, prima della sua entrata in servizio, ottenere tutte le necessarie autorizzazioni, o no? Giriamo la domanda, per legittima curiosità, all’ingegnere Piero Cappiello e al nostro sindaco Giovanni Lombardi. Ma non per nulla Calvi Risorta è già da tempo stata ribattezzata come la città dell’illegalità politica. Povera Calvi!!

08/06/2021 07:16:18   212.171.226.65 - Vito Taffuri