Cronaca:
Calvi Risorta: LE CODIZIONI DI GINO SONO STABILI. INDAGANO I CARABINIERI DI CAPUA E CALVI SULL’ACCADUTO

LE CODIZIONI DI GINO SONO STABILI. INDAGANO I CARABINIERI DI CAPUA E CALVI SULL’ACCADUTO

Calvi Risorta: L’accaduto di ieri ha sconvolto tutti. Luigi Izzo, di origini di Calvi Risorta, della frazione di Petrulo, risiede da anni a Sparanise dove vive con la sua famiglia. Operaio, nei fine settimana si dedicava al piccolo terreno di famiglia, per la coltivazione di ortaggi e insalata. Come detto, ieri purtroppo è accaduto quello che nessuno si aspettava. Mentre lavorava il terreno con la sua piccola motozappa, per cause ancora da accertare da parte dei carabinieri, subito intervenuti sul posto, ha perso il controllo del mezzo che gli è rotolato addosso e con le zappe ancora rotanti lo ha gravemente ferito agli arti inferiori. L’incidente è avvenuto negli immediati pressi del distributore di Carburanti IP di Via Circumvallazione e grazie all’intervento tempestivo del titolare del Bar Lo Scoiattolo e di alcuni clienti presenti sull’impianto, l’allarme è stato dato immediatamente, mentre gli astanti hanno cercato di dare i primi soccorsi, in attesa dell’arrivo dei sanitari. Sul posto sopraggiungevano i Carabinieri e la Protezione Civile guidata da Antonio Viggiani, nonché i Vigili del Fuoco del distaccamento di Teano, cui toccava il delicato e difficile compito di liberare l’uomo dalla zappatrice. Nel frattempo, allertato dai Carabinieri, giungeva tempestivo l’elicottero di soccorso, che si incaricava di trasportare con urgenza il ferito all’Ospedale Cardarelli di Napoli, dove era stata già allestita una sala operatoria per effettuare l’intervento, reso urgentissimo dall’entità delle ferite. Come sembra, infatti, durante l’incidente l’operaio ha perso un arto e l’altro gli è stato in parte imputato in sala operatoria. Insomma, una vera e propria tragedia quanto accaduto al povero Luigi, al quale stanno arrivando messaggi di solidarietà da parte di tanti suoi amici di Calvi e Sparanise. Da parte nostra auguriamo allo stesso una pronta guarigione, seppur consci delle gravi menomazioni che lo stesso ha subito. Il mezzo è stato posto sotto sequestro per accertamenti da parte dell’Autorità Giudiziaria, per tutti gli esami investigativi atti a ricostruire la dinamica dell’incidente.

29/11/2020 12:16:35   87.6.35.169 - Vito Taffuri