Politica:
Calvi Risorta: C’è necessità di chiudere il cimitero, altrimenti il contagio si propagherà moltissimo

C’È NECESSITÀ DI CHIUDERE IL CIMITERO, ALTRIMENTI IL CONTAGIO SI PROPAGHERÀ MOLTISSIMO

Calvi Risorta: In questi giorni in cui ci sarà la commemorazione dei defunti, che capita in un momento molto difficile per la nostra cittadina, a causa della moltiplicazione dei casi di contagio di Covid 19, la prima regola sarebbe quella di evitare gli assembramenti. Purtroppo però il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che da tempo sta facendo terrorismo mentale e adotta in autonomia tanti provvedimenti restrittivi, questa volta ha demandato ai sindaci la possibilità di lasciare aperti i cimiteri, a patto di disciplinare in maniera seria l’ingresso dei parenti. Il sindaco di Sparanise ha disposto l’entrata secondo la lettera alfabetica del cognome, altri hanno estratto a sorte, altri ancora, impossibilitati alla funzione di controllo, hanno deciso di chiudere il cimitero nel giorno della celebrazione dei morti. Cosa farà il Sindaco di Calvi Risorta, chiederete voi? Sicuramente ancora non ha deciso, in tutt’altre faccende affaccendato, se lasciare il problema all’assessore al cimitero, o dare mandato a terze persone, o coinvolgere le numerose Protezioni Civili, o a chissà che cosa gli verrà poi in mente. Ci chiediamo però: in ognuno di questi casi, chi sarà chiamato a controllare, visto che solo le forze dell’ordine sono deputate a chiedere la visione dei documenti? Insomma, cari politici, stiamo in emergenza o no? Non vi sembra paradossale che le attività commerciali chiudano alle 18,00 e i cimiteri debbano stare aperti? Lasciare la decisione ai sindaci è quanto di più sbagliato possa esserci, specie in presenza di soggetti che hanno dimostrato finora di non sapere risolvere assolutamente nulla. Ma ormai siamo allo sbando e se si lascerà il libero accesso al cimitero di Calvi Risorta, dove affluiranno migliaia di persone senza alcuna regola e controllo, da qui a venti giorni ci sarà una recrudescenza di contagi da fare impallidire anche i notevoli casi attuali che ammontano, solo ufficialmente, a 25 casi. A nostro sommesso parere, la decisione da prendere è una sola: quella di lasciare chiuso il cimitero. La santa messa potrà essere celebrata su Facebook e tutti potranno assistervi. Ma sappiamo benissimo che questa soluzione non verrà mai adottata, anche per un motivo semplicissimo: che l’abbiamo proposta noi di Calvirisortanews. Una cosa è certa, che dopo però abbiamo sempre ragione noi su tutto.

29/10/2020 13:15:58   79.32.50.241 - Vito Taffuri