Politica:
Calvi Risorta: CALVIRISORTANEWS STA AVANTI LOMBARDI NON CI ASCOLTA

CALVIRISORTANEWS STA AVANTI LOMBARDI NON CI ASCOLTA

Calvi Risorta: Sono mesi che facciamo dirette per dare dei consigli al nostro sindaco, affinché possa tutelare con la necessaria attenzione la salute pubblica dei caleni. Sono mesi che gli diciamo che la villa comunale era un luogo di assembramento di centinaia di persone, che si intrattenevano fino a mattina a bere alcolici di ogni tipo. Gli operatori ecologici hanno spesso raccontato di aver raccolto fino a 200 bottiglie di alcolici e superalcolici alcune mattine in villa comunale. Con la riapertura del parco caleno, lo scorso 10 luglio, gli assembramenti che si verificavano in villa si sono poi trasferiti in questa struttura. Anche in questo caso abbiamo messo in guardia il sindaco sui pericoli di una Movida sfrenata, dove si riunivano anche oltre 1000 giovani, provenienti da tutta la provincia, per serate di ballo all'aperto che andavano avanti fino alle 5 del mattino. Persone ammassate senza mascherine su strutture non sanificate quotidianamente. Sono mesi che diciamo al sindaco di effettuare un controllo a tappeto sul Centro di accoglienza dei migranti. Sono mesi che chiediamo al sindaco di pubblicare i dati ufficiali che gli vengono trasmessi quotidianamente dall'asl, quelli sul numero di positivi, sui casi di isolamento fiduciario e di quarantena, sul numero dei tamponi eseguiti, su quello dei test rapidi con i relativi risultati. In tutti questi mesi e per tutte queste casistiche Il sindaco ha sempre risposto picche. In alcuni casi, anzi, ha assunto delle posizioni pericolose e permissive. Nel caso del parco caleno, con dei commenti pubblicati il 18 agosto su proprio profilo Facebook, arrivava a dire che non era assolutamente obbligatorio indossare la mascherina, trattandosi a suo dire di un parco aperto e largo che non poteva provocare assembramenti! Ci sono voluti 3 casi di positività accertati, un possibile focolaio al centro migranti, e altri casi sospetti per far capire al sindaco la gravità della situazione e, soprattutto, i gravi errori da lui commessi nella gestione dell'emergenza sanitaria. Solo adesso, rinnegando le sue precedenti posizioni, pubblica un'ordinanza con la quale obbliga coloro che vanno nella villa comunale e nel parco caleno ad indossare la mascherina a qualsiasi ora del giorno. Apprendiamo Inoltre, da un suo post di qualche minuto fa, che a Calvi Risorta ci

Questo e quello che scrive Lombardi………

🔴 CORONAVIRUS: A CALVI RISORTA DA OGGI MASCHERINA OBBLIGATORIA NEI PARCHI PUBBLICI 🔴

Oggi mi rivolgo ai giovani.

Con Ordinanza Sindacale n. 33 del 05.09.2020 è stato adottato un provvedimento necessario in un momento come questo: l’utilizzo della mascherina in Villa Comunale e all’interno del Parco Caleno.
Questa decisione è stata presa sulla base del numero crescente di casi sia sul territorio nazionale che su quello regionale.
A Calvi Risorta stiamo facendo un intenso lavoro di ricostruzione dei contatti dei positivi, abbiamo messo in isolamento domiciliare un considerevole numero di persone ed in quarantena obbligatoria un numero altrettanto elevato. Inoltre, con il preziosissimo aiuto dei medici di famiglia, sono stati richiesti molti tamponi.
Ma adesso è necessaria la collaborazione di voi giovani: sono certo che anche i più reticenti, coadiuvati dalle famiglie, sapranno tirare fuori il senso di responsabilità necessario in una situazione come questa.
Questo provvedimento è stato inoltrato a tutte le forze dell’ordine presenti sul territorio perché possano provvedere al controllo ed al rispetto della norma.

05/09/2020 12:31:11   79.50.43.203 - Vito Taffuri