Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
Politica:

SERVIZIO RIFIUTI: AMMINISTRAZIONE LOMBARDI NEL PALLONE!

Calvi Risorta: Servizio rifiuti: amministrazione Lombardi nel pallone!

Calvi Risorta: La gestione dell'appalto del servizio di igiene urbana, affidato nel 2015 al "Consorzio Sinergie", oggi "Consorzio Res", è uno di quei temi che ha da sempre costituito un nervo scoperto per l'amministrazione Lombardi. Nella campagna elettorale per le amministrative del 2017, il Sindaco ha utilizzato l'appalto in questione per attaccare la precedente amministrazione a tutto spiano. Raccolta di firme in piazza San Nicola per revocare l'appalto o per ripristinare le tariffe del 2015, comizi nei quali prometteva di sanzionare il gestore inadempiente, in modo da ridurre le tariffe a cittadini e imprese, sono stati soltanto alcune delle azioni poste in essere per raccogliere un immediato consenso elettorale. Alla prova dei fatti, però, l'amministrazione Lombardi ha agito in ben altra direzione. Il contratto non è mai stato stipulato, tanto che il gestore, dopo un ricorso al TAR della Campania, ha ottenuto la condanna del comune alle spese di giudizio e la nomina di un commissario ad acta che provvedesse al posto degli uffici inadempienti. Diverse migliaia di euro a carico dei cittadini, che si sarebbero potuti risparmiare se solo il Sindaco e gli uffici comunali avessero agito così come prevede il codice degli appalti. Per quale motivo il segretario comunale, anzi i vari segretari comunali non hanno mai provveduto a rogare il contratto con il "Consorzio Res"? Perché il Sindaco non ha mai sollecitato i segretari a provvedere in tal senso? Come è mai possibile liquidare fatture ad una società che non ha un regolare contratto con il comune, pur operando sul territorio comunale fin dal primo dicembre 2015? Mancato utilizzo della spazzatrice, mancata pulizia delle caditoie, mancata distribuzione dei sacchetti della differenziata con la frequenza prevista, cantiere non a norma, mezzi non utilizzati in maniera esclusiva sul territorio di Calvi Risorta, non recanti sulle fiancate le intestazioni del comune stesso, gestione irregolare dell'isola ecologica, sono invece solo alcune delle tantissime violazioni delle norme del capitolato che il gestore perpetua da più di 3 anni e mezzo. Ci sarebbero stati tutti gli estremi sia per una risoluzione del contratto, che per l'applicazione di consistenti penali. Ma l'amministrazione Lombardi non ha ritenuto di dover procedere né in un senso, né nell'altro, ancorché lo avesse insistentemente promesso nella scorsa campagna elettorale. Si è arrivati addirittura a bocciare una mozione presentata in consiglio dal gruppo "Orizzonte Comune", con la quale si chiedeva proprio l'applicazione delle penali e la riduzione delle tariffe della TARI, con l'impegno che si sarebbe provveduto dopo la definizione del rapporto di dare e avere con il gestore! Per diversi mesi, però, si è eluso l'obbligo di procedere trimestralmente alla verifica dei servizi svolti e, conseguentemente, all'applicazione delle penali previste per le inadempienze riscontrate, giustificando il tutto con l'assenza di un funzionario tecnico a tempo pieno. Un appiglio insensato, considerato che nella programmazione del fabbisogno di personale e nell'ipotesi di bilancio da poco validata dalla commissione di stabilità, non è prevista alcuna assunzione di funzionari tecnici a tempo pieno, da qui al 2020. Di recente però si è fatto addirittura peggio. Con la determina n. 172 del 7 agosto 2019, infatti, è stato liquidato il saldo di tre fatture del "Consorzio Res", riferite al servizio svolto nei mesi di aprile, maggio e giugno 2016. Nella stessa, il responsabile ad interim del settore tecnico, dottor Giacomo Trivellone, procede alla liquidazione della complessiva somma di euro 41.900,44, tenuto conto, a suo dire, "che non vi sono agli atti contestazioni al servizio relativo al trimestre di riferimento". Ora noi non sappiamo sulla base di quale approfondita ricerca documentale il dottor Trivellone sia arrivato ad affermare tanto, né sappiamo se in questa sua ricerca sia stato coadiuvato o meno da uno o più dei supporti tecnici incaricati. Certo è che le cose non ci tornano. Sarebbe infatti bastata una semplice ricerca sul sito istituzionale, per trovare la determina numero 90 del 7 aprile 2017, a firma della dottoressa Daniela Rocco. Con tale provvedimento, a seguito delle verifiche tecniche effettuate dall'ing. Garofalo, appositamente incaricato, si dava atto che "durante l’esecuzione del servizio, sono stati emessi numerosi ordini di servizio e contestazioni mosse alla ditta appaltatrice, in relazione ad anomalie nell’espletamento di quanto previsto nel Capitolato Speciale di Appalto nonché nell’offerta tecnica allegata agli elaborati di gara". Si dava altresì atto "che dalle valutazioni degli ordini di servizio e comunicazioni emesse, rispetto a quanto riscontrato dalla Ditta affidataria del servizio è stato valutata l’entità delle sanzioni da applicare in adempimento a quanto disposto nell’articolo 12 del capitolato Speciale di Appalto, che alla data della presente ammontano in complessivi € 243.784,32". In altri termini, venivano accertate inadempienze da parte del gestore. Le stesse venivano contestate al "Consorzio Res" che presentava le proprie controdeduzioni, valutate le quali il comune quantificava le penali da applicare in oltre 240.000,00 euro. Nella determina sono elencati in dettaglio i protocolli delle comunicazioni e degli ordini di servizio, nonché delle contestazioni mosse al gestore, riferite tra l'altro anche al periodo compreso tra maggio e giugno 2016. Se così stanno le cose, come ha potuto il dottore Trivellone attestare che, nei mesi di maggio e giugno 2016, non vi fossero contestazioni agli atti e che dovesse quindi essere erogato il saldo delle fatture presentate dal gestore per tale periodo? Perché, viceversa, non ha applicato le penali definitivamente calcolate dalla dottoressa Rocco, sulla scorta dell'istruttoria svolta dall'ingegnere Garofalo? Con ogni probabilità, i quasi € 42.000,00 erogati al gestore dovevano essere definitivamente trattenuti dal comune, che avrebbe così potuto destinare tali economie all'abbattimento delle tariffe della tassa rifiuti. Già l'amministrazione si è distinta per il conferimento di un ricco incarico di studio all'ingegnere Saturnino, finalizzato a redigere gli atti di gara del prossimo appalto rifiuti, un incarico che con la presenza di due supporti tecnici poteva benissimo essere evitato. Ma perpetrare lo spreco, erogando al gestore somme verosimilmente non dovute, è atto ancor più grave che richiede un immediato intervento da parte del Sindaco. Caro dottor Giovanni Rosario Lombardi, vogliamo sperare che questa nostra segnalazione giornalistica non venga additata come il solito articolo del "nemico del Popolo". Tu che ti definisci "amico dei caleni" dovresti immediatamente prenderne atto e avviare le opportune verifiche. In un comune in dissesto non possiamo regalare € 42.000,00 probabilmente non dovuti. Sarebbe anzi lecito attendersi una determina di rettifica da qui a poche ore!









13/08/2019 01:02:49   79.37.25.7 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale LegalitĂ  e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato