Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
Cronaca: rifiuti

CONTINUANO LE PROTESTE PER LA DISCARICA A PIGNATATO MAGGIORE

Pignataro Maggiore: Continuano le proteste per la discarica a Pignatato Maggiore

Pignataro Maggiore: Nella protesta contro la discarica del prefetto Pansa, entra clamorosamente anche lo Sceicco del Dubay che, proprio a Pignataro Maggiore, fa svernare i cavalli arabi della sua scuderia. Presso il maneggio dei fratelli Fontanella, ieri mattina, è iniziata una delle più intense giornate di protesta per la popolazione dell’agro caleno e di Grazzanise.

I cavalli dell’emiro hanno accolto i sindaci, le autorità e i manifestanti. Lo stesso responsabile della meravigliosa struttura di equitazione ha fatto sapere che anche i suoi clienti mediorientali sono in allarme per la decisione di impiantare una mega discarica a 100 metri dal più grande allevamento europeo di cavalli arabi.

Poi, a pomeriggio inoltrato, la corsa verso la prefettura di Caserta dove i primi cittadini che hanno firmato ieri la denuncia contro Alessandro Pansa, sono stati ricevuti dai vertici dal viceprefetto Provolo e dai tecnici che dovrebbero effettuare le ultime analisi sulla localitĂ  Cento Moggi di Pignataro Maggiore.

A sorpresa è arrivato a dare manforte ai primi cittadini anche il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis che ha dato vita a uno sfogo mai registrato fino ad oggi.

“No, ripeto, no e nessuna alternativa – ha tuonato il segretario provinciale del Pd – sono ancora in attesa di una bonifica per Lo Ettaro, dove mi sono davvero giocato la faccia e non posso consentire – ha precisato vigorosamente De Franciscis – che dopo tanta vergogna per la discarica di San Nicola la Strada e la manifesta incapacità di chi doveva garantirne la sicurezza , si scelga di uccidere un altro territorio che è sicuramente il polmone più sano di Terra di Lavoro;

son o al fianco dei sindaci e di tutti i cittadini, guai a chi mette piede a Torre dell’Ortello forzando i blocchi dei manifestanti: questa terra deve rimanere felix e legata allo sviluppo del comparto zootecnico, basta con queste proposte assurde di discariche e altri mostri inutili”. Un boato vero e proprio, al quale ha fatto eco la dichiarazione dell’onorevole De Angelis.

“Pignataro? Non se ne parla nemmeno e poi basta con la strategia del sito alternativo – ha detto il parlamentare – non siamo noi a dover indicare a Pansa la linea di intervento per scegliere un altro sito, sarebbe francamente ridicolo e privo di senso logico”.

Il sindaco Zacchia, insieme ai colleghi, ha voluto rimarcare l’importanza strategica per le potenzialità turistiche dell’area. “Cento Moggi è per l’agricoltura, come Pompei per l’archeologia – ha detto Zacchia – vogliamo affossarla? Noi lo impediremo con tutte le nostre forse”.

La prefettura sceglie la linea di Pansa e continua a chiedere ai manifestanti un sito alternativo. “Basta – è stato l’urlo dei coltivatori e degli agricoltori che presidiano da giorni Torre dell’Ortello – Pansa prende uno stipendio da capogiro proprio per risolvere le emergenze, non può chiedere a noi un sito alternativo sotto il ricatto di una discarica a dieci metri dai nostri allevamenti: ora siamo pronti alla lotta più dura contro la discarica”.

Domenica sera, presso le terre confiscate ai clan si è svolta la singolare protesta dei manifestanti che hanno dato vita al Pansa Fest, una cena con circa 400 persone: mozzarella, prodotti Dop e le prelibatezze fornite dagli allevatori hanno scandito uno dei momenti di massima coesione del fronte anti discarica.

03/12/2007 20:42:16   217.200.200.53 - Salvatore Minieri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
LA FORESTALE INDAGA SUI RIFIUTI INTERRATI, NUOVI RISVOLTI
Rifiuti interrati, nell’ex area Pozzi, la questione arriva s
L’AGRO CALENO AGGREDITO DAGLI INCIVILI, RIFIUTI OVUNQUE
E' sempre piĂą emergenza ambientale nell'area archeologica di
Assolto l’architetto De Biasio, per non aver commesso il fatto, resta solo l’amarezza
Quattro assoluzioni e due condanne per le irregolaritĂ  nella
Fate ridere! Le auto di Terra di Lavoro Spa senza assicurazione andrebbero tutte sequestrate
Il 31 dicembre sono scadute e forse quegli scienziati che la
DEBITI PER OLTRE DUECENTO CINQUANTA MILA EURO, L’0PPOSIZIONE CHIEDE LO SCIOGLIMENTO DELLA GIUNTA CAPARCO
Il comune di Calvi Risorta, dall’inizio dell’anno ha accumul
RIFIUTI, AL CONSORZIO GLI SI GUASTA ANCHE L’AUTO-COMPATTATORE E UTILIZZA I MEZZI, INADEGUATI, DEL COMUNE
Se per caso sta ridotta come il Consorzio quest’anno si cor
DIFFERENZIAMOCI - CONFERENZA SUL PROBLEMA RIFIUTI A CALVI RISORTA
Distruggere o riciclare? Che risultati ha dato l'inceneritor
Scandalo: i camion dell'immondizia nascosti dietro la polivalente. Un capolavoro di inquinamento
Quando eravamo bambini, nascondevamo i giocattoli da qualche
Rifiuti fermi per sciopero dipendenti anche a Calvi Risorta
Non si hanno notizie certe sulla durata della agitazione sin
PARTE LA BONIFICA DEL PARCO ARCHEOLOGICO: LA COMMISSIONE TECNICA PROVINCIALE IN VISITA A CALES. TUTTO PRONTO PER LE OPERAZIONI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE
Oltre dieci discariche, due delle quali zeppe di materiale t
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato