Il Weblog online della città di Calvi Risorta
Eventi: Premio Legalità 2015

PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE

Calvi Risorta: PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE

Calvi Risorta: Premio Nazionale Legalità e Sicurezza Pubblica in Campania edizione 2015 al Comandante della Forestale di Calvi Risorta, Vincenzo Gatta, al Generale Sergio Costa, comandante regionale Napoli Caserta Corpo Forestale, al giornalista professionista e scrittore Salvatore Minieri e all’inviato di Striscia la Notizia, Luca Abete. Un filo conduttore lega questi quattro riconoscimenti che verranno assegnati il prossimo 26 settembre a Calvi Risorta. Gli uomini della Forestale sono ormai l’immagine del grande impegno e della fatica profusa per portare alla luce i rifiuti industriali venuti alla luce nella zona ex Pozzi, proprio tra Calvi Risorta e Sparanise in provincia di Caserta. A Minieri e ad Abete, secondo gli organizzatori della importantissima manifestazione, il riconoscimento spetta per aver acceso i riflettori sulla devastante situazione ambientale dell’Alto Casertano e di Calvi Risorta con la sua megadiscarica, dopo oltre tre decenni di silenzi e preoccupanti connivenze tra camorra, imprenditoria senza scrupoli e distrazioni colpevoli della politica. I protagonisti silenziosi e tenaci di un grande lavoro sinergico a tutela della salute pubblica hanno dimostrato quanto possa essere importante la collaborazione tra Forze dell’Ordine e professionisti dell’informazione. La scoperta della discarica industriale abusiva più grande d’Europa a Calvi Risorta, portata avanti con decisione dal giornale on line calvirisortanews.it e dal suo editore Vito Taffuri, da Salvatore Minieri e Luca Abete e la difficile e pericolosa opera di scavo delle zone di intombamento ad opera della Forestale sono il segnale civile di una rinascita del territorio che ha saputo finalmente squarciare il velo di silenzio che da troppo tempo era stato disteso sui rifiuti nell’area Pozzi. Sabato 26 settembre 2015 alle 10,30 a pochi chilometri da Caserta, presso la Sala Convegni del Centro dell’Istituto Padre Giovanni Semeria in via Vittime XXII ottobre Sparanise (Caserta), sarà presentato dal giornalista e scrittore Salvatore Minieri, affiancando dalla bellissima Teresa Formato. E Insieme ai quattro nomi che ormai rappresentano un momento storico di lotta alle ecomafie e di tutela della salute pubblica, verranno premiati Il Procuratore Capo dr.ssa Raffaella Capasso; il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Ispettore Capo Ammiraglio Felicio Angrisano; il Gen. B. Guido Mario Geremia Capo di Stato Maggiore della Guardia di Finanza Regione Lombardia; il Direttore dello stabilimento Militare Pirotecnico di Capua Colonnello Carlo Comune; il Maggiore Marco Ciervo comandante Nucleo Ecologico Ambientale di Caserta; il I° Dirigente dr. Rodolfo Ruperti Capo della Squadra Mobile di Palermo; Il I° Dirigente dr Fausto Lamparelli della Squadra Mobile di Napoli; Il Capitano Giovanni De Risi del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Caserta; Il Comandate Alfa del gruppo d’intervento speciale (GIS) dell’Arma dei Carabinieri, che interverrà con il mefisto, quindi a viso coperto; Il Ten. Malgieri Mennato del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri; il Maresciallo Massimo Petrosino comandante della stazione carabinieri di Calvi Risorta; Il Maresciallo Ordinario Luigi Carusone della Procura della Repubblica Napoli Nord; Il Luogotenente Giuseppe Clemente ex comandante della stazione carabinieri di Sparanise; Il Vice Sovrintendente Vincenzo Gatta comandante della stazione del corpo forestale dello stato di Calvi Risorta; l’ispettore Capo Giuliano Venturino del commissariato P.S. di Sampierdarena corigliano; Il Vice Sovraintendente Romualdo Stango della Polizia di Stato; Il Vice Brigadiere Alfredo Allocca della compagnia carabinieri di Venafro (IS); Vittima del dovere l’Assistente della Polizia di Stato Giuseppe Iacovone; Il Comitato Spontaneo Antimafia in memoria dei giudici Antonino Saetta, Rosario Livatino, e Gaetano Costa; Alfonso Farina del Ministero della Giustizia. Il Premio Legalità ormai si conferma riconoscimento tra i più importanti in Italia e, edizione dopo edizione, sta consegnando riconoscimenti ai nomi più importanti del mondo militare, civile, culturale, giornalistico nel panorama nazionale.

21/09/2015 13:51:57   95.234.4.248 - Vito Taffuri

Stampa articolo

Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato