Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
AttualitĂ :

AMMINISTRAZIONE LOMBARDI: TRASPARENZA E GESTIONE DELLA PRIVACY AI TEMPI DEL COVID-19

Calvi Risorta: AMMINISTRAZIONE LOMBARDI: TRASPARENZA E GESTIONE DELLA PRIVACY AI TEMPI DEL COVID-19

Calvi Risorta: Vogliamo analizzare un attimo come il nostro Sindaco, uno dei più social d’Italia, e l’intera amministrazione Lombardi, hanno gestito trasparenza e privacy, in questa fase di emergenza sanitaria. Iniziamo dalla trasparenza, uno dei punti più deboli di questa compagine, tanto da ricevere diverse diffide da parte dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.Quasi tutti i Sindaci, hanno tenuto costantemente informata la cittadinanza amministrata, sugli aspetti sanitari e dei controlli di polizia, con dei resoconti mensili, settimanali o addirittura giornalieri. Tutti hanno diffuso i dati in loro possesso, come il numero dei controlli effettuati dalla Polizia municipale, il numero delle sanzioni elevate dalla stessa, il numero dei tamponi effettuati, il numero delle persone positive, il numero delle persone in quarantena, il numero delle persone in isolamento fiduciario, il numero delle persone guarite e, in qualche caso, purtroppo decedute, e così via. A Calvi Risorta no! Da due mesi non riusciamo a sapere niente di tutto ciò dal nostro Sindaco. Parliamo di dati che le A.S.L. trasmettono a tutti i Sindaci, ai fini di prevenzione e sorveglianza sanitaria. In base all’ultimo bollettino dell’A.S.L., ci sono 4.019 persone in quarantena e in autoisolamento fiduciario nell’intera provincia di Caserta, alcune di rientro da altre regioni. Ce ne sono di sicuro anche a Calvi Risorta, ma il nostro Sindaco Lombardi tace e se li tiene nel cassetto questi numeri. Non ha invece resistito a spiattellare, sul proprio profilo facebook, nome e cognome dell’unico nostro concittadino risultato positivo al COVID-19, guarito qualche giorno fa. Al di là del consenso alla diffusione del proprio nome, su richiesta del Sindaco che doveva accontentare le persone curiose sotto i suoi post, vi è stata una clamorosa violazione della privacy. Il tutto è stato confermato, qualche giorno fa, da un provvedimento del Garante della privacy, che ha chiarito che i nominativi delle persone positive al COVID, consenso o non consenso, non possono essere diffuse sui social o con altri mezzi! Sempre in tema di violazione della privacy, come non citare l’assessore alle politiche sociali, la dott.ssa Rosy Caparco. Tutti ricordiamo quando su facebook ha pubblicato la foto dell’abitazione di famiglie indigenti, cui andava a consegnare uova di Pasqua. Continuiamo sul fronte della privacy, parlando questa volta del servizio di assistenza sociale. L’incarico affidato dal comune alla dottoressa Cipriano è scaduto a metà marzo. Sul sito del comune non è stato pubblicato alcun atto di proroga del suddetto incarico. Siccome la pubblicazione è obbligatoria, allora due sono i casi. O la proroga è stata adottata, ma il comune non ha pubblicato l’atto, in violazione della normativa sulla trasparenza, o non c’è stata alcuna proroga dopo il 15 marzo. In questo secondo caso, però, sorge un problema grande come una casa. Se così fosse, infatti, l’assistente sociale, dopo il 15 marzo, senza avere un incarico, si sarebbe ritrovata a gestire i dati sulle situazioni di disagio economico per l’erogazione dei buoni alimentari. Avrebbe inoltre provveduto a prendere le prenotazioni per l’esecuzione dei test rapidi, quelli acquistati da Lombardi e poi bloccati da ASL e NAS, a fissare gli appuntamenti, ad annotare l’avvenuta esecuzione dei test e l’esito degli stessi. m Ha dovuto, in altri termini, trattare un grosso quantitativo di dati personali e sanitari, e senza un formale incarico, si sarebbe consumato un illecito trattamento dei dati, in violazione del Codice della privacy. A proposito, sempre per la trasparenza, aspettiamo ancora il comunicato del Sindaco, che dica chiaramente alla cittadinanza:

● che i test rapidi sono sospesi, poichĂ© contrari alle normative sanitarie e regionali;
● quanti test è riuscito ad eseguire e con quali esiti;
● quanti ne dovrĂ  buttare via, smaltendoli tra i rifiuti speciali, insieme ai 7.320,00 € dei cittadini caleni!

Torniamo poi all’ordinanza di riapertura del cimitero, dove il Sindaco assegna alla ditta Parisi il compito di farla rispettare e di scaglionare gli ingressi per località.Insomma, il Sindaco assegna compiti di polizia alla ditta Parisi, chiedendo all'unico dipendente della stessa di controllare i documenti dei visitatori, per capire in quale località di Calvi Risorta abbiano casa e se possono entrare o meno! E che cos’è questa se non violazione della privacy, oltre che esercizio abusivo di compiti di polizia, se la ditta Parisi dovesse dare esecuzione a questa ordinanza illegittima?







09/05/2020 11:35:19   87.1.88.102 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale LegalitĂ  e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato