Il Weblog online della città di Calvi Risorta
Attualità:

IL SINDACO ANNUNCIA SANZIONI PER PASQUA, MA PROPRIO GLI AMMINISTRATORI DANNO UN CATTIVO ESEMPIO!

Calvi Risorta: IL SINDACO ANNUNCIA  SANZIONI PER PASQUA, MA PROPRIO GLI AMMINISTRATORI DANNO UN CATTIVO ESEMPIO!

Calvi Risorta:
Sul proprio profilo Facebook, il sindaco di Calvi Risorta, dottor Giovanni Rosario Lombardi, scriveva qualche giorno fa di essere venuto a conoscenza di persone che, incuranti delle ordinanze restrittive in vigore, si erano riuniti per organizzare il tradizionale pranzo della Domenica delle Palme. Ha quindi ribadito, come fa con regolarità sui social, che i trasgressori verranno sanzionati, nel caso in cui l’episodio dovesse verificarsi anche in occasione delle festività di Pasqua e Pasquetta. A tal fine ha annunciato che verrà utilizzata anche la flotta di droni messa a disposizione da alcuni privati. Tutto giusto, per carità, ma il problema è un altro. Anzi, i problemi sono due. Il primo, è che agli avvisi del Sindaco non ci risulta siano mai seguite le sanzioni, nonostante i controlli effettuati dalle forze di polizia municipale. Per cui le persone che non rispettano le regole sulla restrizione, continuano a farlo tranquillamente ed impunemente. Il secondo problema, ed è forse quello più grave, è che il Sindaco e gli amministratori sono i primi a non rispettare le regole sulle restrizioni. Il Sindaco, ad esempio, non ha esitato a recarsi fuori dal territorio comunale, in particolare a Sparanise, per fare una foto con la proprietaria di una farma-sanitaria che ha donato un pacco di mascherine chirurgiche, che avrebbe dovuto ritirare la polizia municipale o la Protezione civile. In tal modo ha violato l’articolo 1 dell’ordinanza del Ministero della Salute del 22 marzo 2020, che fa divieto ai cittadini di spostarsi o trasferirsi in comune diverso da quello di residenza, salvo che “per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”. Tra questi motivi non rientrava di sicuro una foto di ringraziamento con un esercente di un comune limitrofo. D’altro canto, lo stesso Sindaco, la sera della prima sanificazione delle strade, aveva incautamente pubblicato una foto, insieme agli assessori Cipro e Parisi, coinvolgendo per di più anche una ignara cittadina privata. Nessuno di loro, fatta eccezione per il Sindaco, poteva e doveva essere presente in quella foto. Gli altri assessori non sono da meno. Proprio in questi giorni sono state viste nella BMW di proprietà del comune ben 3 persone. Ed erano nientemeno che l’assessore Rosy Caparco, in genere alla guida del veicolo, l’assessore Graziella Cipro ed il presidente del consiglio comunale, Angela Martino, sedute nei posti dei passeggeri! Forse nessuna delle tre ha letto l’ordinanza regionale n. 23 del 25 marzo 2020. Da tale data è stato infatti disposto, per i cittadini della regione Campania, l’obbligo di spostamenti solo temporanei ed individuali, motivati da comprovate esigenze lavorative per le attività consentite, ovvero per situazioni di necessità o motivi di salute. È consentita la presenza di un accompagnatore esclusivamente nei seguenti casi: - spostamento per motivi di salute, ove lo stato di salute del paziente ne imponga la necessità; - spostamento per motivi di lavoro, purché si tratti di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare ed in relazione al tragitto da e per il luogo di lavoro di uno di essi; - spostamenti degli operatori impegnati, per conto dei Comuni, nell’assistenza ai singoli cittadini indigenti e/o soli, nonché nelle attività di volontariato per l’aiuto alimentare o farmaceutico. In altre parole, dal 25 marzo, in Campania sono possibili solo spostamenti temporanei, individuali ed all’interno dello stesso comune, salvo che per accompagnare un familiare ad una visita medica urgente o per un ricovero ospedaliero, per andare a lavoro insieme al coniuge o al figlio convivente, nel solo tratto comune di strada, e per i volontari impegnati nelle attività di assistenza ai cittadini indigenti o soli, cioè agli appartenenti alla protezione civile o ad enti del terzo settore, autorizzati preventivamente dal comune. Nessun caso ricorre nemmeno questa volta, a giustifica della presenza di due assessori e del presidente del consiglio comunale nella BMW del comune. Siamo perciò in una situazione di evidente violazione degli articoli 1 e 2 dell’ordinanza regionale n. 23 del 25 marzo 2020. Sindaco, assessori e presidente dovrebbero essere sanzionati, come qualsiasi altro cittadino di Calvi Risorta, che si spostasse senza motivi nel comune di Sparanise, o che si mettesse alla guida di un’autovettura non da solo, ma insieme ad altre due persone, al di fuori dei pochi motivi consentiti. Ma se i nostri amministratori sono i primi trasgressori, con quale credibilità possono poi pretendere che i cittadini caleni più indisciplinati evitino comportamenti deplorevoli, a discapito della salute pubblica? Gli amministratori non hanno alcun lasciapassare particolare, rispetto a qualsiasi altro cittadino caleno. Sono soggetti alle medesime restrizioni. Gli unici che possono uscire all’interno del comune sono il Sindaco e, soltanto in caso di impedimento di quest'ultimo, il vicesindaco. Tutti gli altri assessori sono autorizzati esclusivamente alle attività di deliberazione in giunta comunale, tramite videoconferenza. Queste sono le regole, se poi a Calvi Risorta gli amministratori possono fare ciò che vogliono, allora prendiamo atto di essere nella Repubblica delle banane. Ma vi è di più, perché la trasgressione degli obblighi di cui alla citata ordinanza regionale comporta, altresì, per l’esposizione al rischio di contagio cui si è sottoposto il trasgressore, l’obbligo di segnalazione al competente Dipartimento di prevenzione dell’A.S.L. ai fini della eventuale disposizione, tenuto conto della circostanze in cui si è verificata l’uscita in violazione del provvedimento e del rischio di contagio nella specifica fattispecie, della misura della permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, per 14 giorni e con obbligo di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza. Ora, caro Sindaco, ti chiediamo: da massima autorità sanitaria locale, hai segnalato al Dipartimento di prevenzione dell’A.S.L. le uscite non autorizzate dei citati amministratori di maggioranza, in violazione dell’ordinanza regionale n 23/2020? Mi raccomando, cerca di essere severo con tutti e non utilizziamo più “due pesi e due misure”. Iniziate voi a dare il buon esempio, prima di dare buoni consigli.

10/04/2020 19:16:13   95.235.192.147 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
BASTA CON LA VECCHIA POLITICA, DIAMOGLI UN CALCIO NEL SEDERE LIBERIAMO CALVI RISORTA PER IL BENE COMUNE
Chi sbaglia deve essere onesto, quantomeno con se stesso, e
Calvi Risorta: Tari, scoppia la protesta. La cittadinanza sospende i pagamenti e avvia una assemblea in piazza
Fioccano le cartelle della Tari, la tassa dei rifiuti e con
TERRIBILE INCIDENTE. Donna 47enne si ribalta con l’auto mentre raggiunge la sua famiglia per il pranzo di Natale. Corsa all’ospedale
Una donna di Alife, S.G., 47 anni, è rimasta vittima, questa
PREMIO LEGALITA’ E SICUREZZA 2015: A SPARANISE IL BOOM DI PRESENZE IN UNA SALA GREMITA IN OGNI ORDINE DI POSTO.
Un enorme successo in termini di pubblico e partecipazione a
PREMIO LEGALITA’ 2015 AL GENERALE SERGIO COSTA, AL COMANDANTE VINCENZO GATTA, AL GIORNALISTA SALVATORE MINIERI E A LUCA ABETE PER IL LORO IMPEGNO A SALVAGUARDIA DELLA SALUTE PUBBLICA NEL SEGNO DELLA LOTTA ALLE ECOMAFIE
Premio Nazionale Legalità e Sicurezza Pubblica in Campania e
La classe III C della scuola secondaria “Cales” vince il 1° premio del concorso nazionale “Diventare cittadini europei”
L’8 maggio 2015, scorso nella Sala degli Specchi della Reggi
MARROCCO RICORDA I CADUTI CALENI, INTERVENUTI I GIOVANI DELLE SCUOLE CALENE
L’amministrazione Civica capeggiata dal Sindaco Giovanni Mar
MENA CARANCI SI DISSOCIA DALLE DICHIARAZIONI FATTE DAI COMPONENTI DELLA LISTA
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Mena Caranc
SARA’ PREMIATO E RICORDATO IL CACCIATORE DEI LATANTI DELLA SEZIONE CATTURANTI DELLA QUESTURA DI PALERMO, MARIO BIGNONE
Mario Bignone era il capo della Catturandi della Questura di
Tutto pronto per il Premio Nazionale Legalità “Città di Calvi Risorta”
Conto alla rovescia. Mancano solo 16 giorni all’evento piu’
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato