Il Weblog online della cittŕ di Calvi Risorta
AttualitĂ : GEA

GEA E ZACCHIA: SCOPERTE LE CARTE, APPALTI CHE SONO PRIVI DELLA CERTIFICAZIONE SOA

Calvi Risorta: Gea e Zacchia: scoperte le carte, appalti che sono privi della certificazione Soa

Calvi Risorta: Il servizio ispettivo dell’Autorità di vigilanza, di Roma, presenta il conto, molto salato al comune di Calvi Risorta, retto dal primo cittadino Giacomo Zacchia, dopo la denuncia dell’imprenditore Raffaele Parisi, che con un documento scottante, il quale già trasmesso alle autorità giudiziarie e soprattutto alla corte dei conti, ha sconvolto la vita amministrativa, nei giorni scorsi.

Stiamo parlando dell’affidamento del servizio al consorzio GEA (Gruppo Energetico Abruzzese), incaricata per la pubblica illuminazione. Come sembra, l’incarico è viziato da contrasti nel decreto legislativo 157/95, che regola le forme di pubblicità in maniera di appalti pubblici.

Meglio dire secondo l’autorità per l’affidamento di gare pubbliche, come si legge nel documento inviato all’Ente comunale. “la partecipazione alla gara di un unico concorrente non ha certamente consentito un adeguato confronto con il mercato con evidenti conseguenze sul valore di aggiudicazione”.

Insomma, il Sindaco Zacchia, ha affidato alla Gea un appalto che lo stesso consorzio non poteva aggiudicarsi, anche in considerazione del fatto che la ditta non risulta iscritta nell’elenco del Soa (società organismo di attestazione), come ha rilevato in maniera secca che precisa l’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori.

Nell’occhio del ciclone finisce anche l’igeniere Antonio Bonacci, responsabile dell’ufficio Tecnico del comune di Calvi Risorta. Però c’e da dire che in un primo momento Bonacci, aveva revocato l’incarico alla GEA, dopo due pareri di due diversi avvocati che ci costarono un occhio della fronte, che affermavano comunque che il contratto non aveva comunque rispettato il decreto legislativo 157 del 95, ed altre postile del contratto nazionale.

Poi per motivi ancora poco chiari, lo stesso tecnico era tornato sui suoi passi, lasciando nelle mani della ditta tutto l’affare miliardario legato alla gestione delle risorse elettroniche e di energia in generale.

L’autorità di vigilanza nei prossimi giorni invierà probabilmente degli ispettori da Roma, che potrebbe mettere davvero in crisi la maggioranza di Zacchia, rea secondo i documenti di aver svolto una gara senza avvisare altre ditte (esiste, infatti, un ricorso inviato anche alla Procura della Repubblica, di Santa Maria Capua Vetere, presentata dall’imprenditore Raffaele Parisi, che ha fatto, uscire fuori lo scandalo.

Troppe incongruenze, troppe violazioni delle norme in materia. Ora tocca a Bonacci, e Zacchia dare spiegazioni sull’appalto miliardario. Non sono le sole spiegazioni che dovranno dare per iscritto sia i vertici politici e tecnici, nei prossimi giorni ai giudici sammaritani, in pendola bolle altro, come sembra, l’indagine riguardante la denuncia delle giostrine della villa comunale, presentata dai due gruppi di minoranza, hanno dato i primi frutti, qualcuno già ha ricevuto un avviso di garanzia e rinviato a giudizio, per qualcuno altro non dorme sogni sereni, perché potrebbe essere tirato in ballo.


09/04/2007 21:28:51   213.230.129.22 - Vito Taffuri

Stampa articolo


News correlate all'argomento
APPALTO DEL PIANO DI EFFICIENTIZZAZIONE ENERGETICA PUBBLICA SUL TERRITORIO COMUNALE,CAPARCO SI RIMANGIA TUTTO E CHIEDE SCUSA ALLA SCORSA AMMINISTRAZIONE ZACCHIA
Il Consiglio dell' AutoritĂ  per la Vigilanza sui contratti p
CASO GEA: CAPARCO CAMBIA IDEA E I SUOI UOMINI LO SEGUONO IN SILENZIO
Solo qualche tempo fa (circa 20 mesi fa per la precisione) i
GEA E CONCESSIONI A SPINOSA: CAPARCO CAMBIA ANCORA IDEA E I SUOI UOMINI LO SEGUONO IN SILENZIO
Solo qualche tempo fa (circa 18 mesi fa per la precisione) i
Caso Gea, domani prima udienza il giudice sentirà i militati dell’Arma che hanno condotto l’indagine e l’ex segretario comunale Bocciero
Appalto alla GEA, l’ingegnere Bonacci di nuovo alla sbarra.
Scandalo GEA “ Pubblica Illuminazione” lavori di manutenzione pagati due volte a terze ditte locale
Difficile trovare il fondo di un pozzo che ha le pareti com
Calvi ditte senza certificazione, giĂ  due rinvii a giudizio
Pescara non è poi così lontana da Calvi Risorta, anzi, è il
APPALTO PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE, IL TRIBUNALE SAMMARITANO CONFERMA LE ACCUSE SULL’EX ING. COMUNALE
Un'altra pesante tegola piomba sulla casa comunale, il ricon
APPALTO “TRUCCATO” PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE, DOMANI IL PROCESSO
Appalto alla GEA, l’ingegnere Bonacci di nuovo alla sbarra.
UN ALTRO SCANDALO GIUDIZIARIO SI ABBATTE SULLA CASA COMUNALE: CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO DI BONACCI PER IL CASO GEA
Dopo il rinvio a giudizio del sindaco Giacomo Zacchia per ab
Calvirisortanews.it è tutelato dalle leggi sul Copyright © 2006-2008 accesso riservato